Biscottini al caffé

biscottini_caffe.JPG

Ingredienti

  • 200 g farina integrale
  • 1/2 bustina di lievito
  • 60 g zucchero di canna
  • 60 g olio di mais
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di caffe solubile in polvere
  • 1 tazzina di caffé espresso
  • 1 pizzico di sale

Impastare gli ingredienti e passare l’impasto in una trafila per biscotti. Cuocere 10 min a 175°.

Annunci

Sbriciolata allo yogurt e uva spina

sbriciolata1

Questo dolce mi ha ricordato un po’ il sapore del croccante all’amarena. Mi sono basata sulla ricetta che ho trovato qui, modificandola secondo il mio gusto, e avevo l’uva spina del mio orto da consumare (assieme a qualche ribes rosso della pianta adiacente).

Ingredienti

Per la frolla:

  • 300 g farina di avena
  • 130 g zucchero di canna
  • 1 uovo
  • 1/2 bustina di lievito
  • 80 g di burro di soia (una vera scoperta!)
  • 1 pizzico di sale

Per la crema allo yogurt:

  • 80 g Philadelphia
  • 250 g yogurt greco 0%
  • 1 cucchiaio di stevia

Per la marmellata fatta al momento:

  • 150 g di uva spina (o uva spina e ribes rossi)
  • 5 cucchiai di stevia
  • 1,5 g agar
  • Succo di 1 limone

Mettere gli ingredienti per la frolla nel bimby e impastare 2 min funzione spiga. Se necessario, raccogliere la farina dai bordi con una spatola e impastare ancora. Dovrà risultare un impasto “sbriciolato”. Trasferirlo in una terrina e lasciar riposare in frigo, coperto, per 30 minuti.

Pulire il boccale del bimby e inserire l’uva spina. Frullare 20 secondi v.5. Aggiungere la stevia, il succo di limone e la polvere di agar e cuocere 30 min / 100° / v.2.

Nel frattempo, preparare la crema allo yogurt. In una terrina, mescolare con una spatola lo yogurt con la Philadelphia e la stevia. Lasciar riposare in frigo.

Consiglio di usare uno stampo a cerniera. Il mio è da 17 cm, ma probabilmente per questa quantità di ingredienti va bene fino a 20. Non è stato necessario foderarlo né imburrarlo, poiché la frolla già contiene il burro di soia. Riempire lo stampo con 2/3 della frolla, creando i bordi. Aggiungere la crema di yogurt, la marmellata e infine l’ultimo strato di frolla. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti.

sbriciolata

 

Couscous alle verdure

couscous

Ingredienti

  • Couscous (50 g a persona circa)
  • Ceci in barattolo, scolati
  • Zucchine
  • Peperoni di vari colori
  • Melanzane
  • Cipolla
  • Pomodorini
  • Olive
  • Menta
  • Dado per brodo vegetale
  • Sale
  • Gomasio

Per la preparazione del couscous, fare riferimento alle istruzioni riportate sulla confezione. Io mi regolo con la stessa quantità di couscous e acqua, misurata in bicchieri. Mettere a scaldare l’acqua e il dado. Quando bolle, con una forchetta sciogliere il dado, spegnere il fuoco, aggiungere il couscous e coprire, e lasciar riposare. Alla fine sgranare con la forchetta.

Intanto lavare e tagliare a pezzetti le zucchine, le melanzane e i peperoni, metterli in una teglia con poco olio, sale e gomasio e infornarli in forno preriscaldato a 180°. Quando le verdure sono cotte, lasciar raffreddare.

In una zuppiera preparare l’insalata di pomodorini, cipolla, olive e menta. Quando le verdure e il couscous sono freddi, aggiungerli all’insalata. Aggiungere i ceci. A piacere si può aggiungere la scorza grattugiata di un limone.

Pane di soia

pane_di_soia.JPG

Ingredienti

  • 100 g di farina di soia
  • 200 g di farina di tipo 2
  • 200 g di farina multicereali
  • 350 g di acqua
  • 1 bustina di lievito di birra in granuli
  • 1 cucchiaino di zucchero o malto
  • 1 1/2 cucchiaini di sale
  • semi vari per panificazione (opzionale) – Il mio mix include semi di girasole, zucca, sesamo, canapa, lino, chia, papavero.
  • olio per ungere la bacinella

Nel boccale del bimby versare l’acqua, lo zucchero e il lievito e attivare il lievito 20 sec vel.2. versare gli altri ingredienti e impastare 5 minuti modalità spiga. Ungere una bacinella e trasferirvi il composto. Coprire con la pellicola (io uso una bacinella dell’ikea con il coperchio di plastica, così produco meno rifiuti). Lasciar lievitare per almeno 3 ore. Infornare in forno preriscaldato a 200° per circa 30 minuti, insieme ad una pirofila con dell’acqua, o attivate la funzione umidità se siete così fortunati da avere il forno con quella funzione.

Ravioli Sanfelesi alla ricotta e menta

 

ravioli.JPG

La particolarità dei ravioli di San Fele è che sono aromatizzati alla menta. Questo per me è un piatto della memoria. Mi ricorda mia nonna, mia mamma, tutte le volte che da piccola mi lasciavano “aiutare” in cucina. E’ un piatto che si è tramandato fino a me attraverso generazioni di donne ed è un po’ come averle in cucina con me quando lo preparo.

Ingredienti per 2 persone

Per la pasta

  • 50 g di farina 0
  • 50 g + q.b. di farina di semola
  • 1 uovo
  • 1 punta di sale
  • 1 lacrima d’olio

Per il ripieno

  • 150 g di ricotta
  • 1 uovo
  • noce moscata
  • menta fresca
  • sale
  • pepe

Per il sugo

Potete condire con il vostro sugo di pomodoro preferito, io in questo caso l’ho preparato alla marinara, con:

  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extravergine
  • 1 tazza di salsa di pomodoro

Procedimento

Per prima cosa preparare il sugo: rosolare l’aglio nell’olio, quindi aggiungere la salsa di pomodoro, acqua e lasciar restringere. Alla fine regolare di sale .

Scaldare abbondante acqua per la pasta.

Preparare l’impasto:

A mano: in una ciotola mescolare le farine e il sale. Praticare un buco al centro, quindi aggiungere l’uovo e l’olio. Cominciare ad impastare incorporando il liquido, e continuare ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Un consiglio: rompete l’uovo in un piatto, sbattetelo e poi unitelo. Poi usate la “sporcatura” d’uovo nel piatto per sigillare i ravioli con un pennello da cucina.

Nel bimby: unire gli ingredienti nel boccale e impastare 2 minuti modalità spiga. Continuare a lavorare a mano fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Lasciar riposare l’impasto per 15 minuti sotto un piatto capovolto sul piano di lavoro.

Preparare il ripieno: in una ciotola, schiacciare la ricotta con una forchetta. Unire l’uovo sbattuto, il sale, il pepe, la noce moscata e la menta a pezzettini.

Io la menta la spezzetto non come fanno gli chef, sul tagliere, ma come faceva mia nonna e come fa mia madre: la tengo in mano mentre la taglio a pezzettini finissimi. Mi sembra che in questo modo rilasci più oli essenziali, perchè viene anche schiacciata tra le dita.

Si può aggiungere un cucchiaio di grana padano nell’impasto.

Impastare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Riprendere la pasta e tirare le sfoglie con la macchina della pasta o a mano, conservando la pasta sotto al piatto finché non la utilizzate, altrimenti si secca.

Con la macchina della pasta, partite sempre dallo spessore 1, avanzando man mano e cercando di dare una forma regolare. Io mi fermo ad uno spessore di 5, ma passo più volte la sfoglia a 5 e si affina sempre di più. Lo spessore dipende un po’ dai gusti, chiaramente l’importante è mantenere lo stesso spessore per tutte le sfoglie, altrimenti la pasta avrà tempi di cottura diversi.

Infarinare il piano di lavoro con la semola. Stendere la sfoglia sul piano di lavoro. Con un cucchiaio e un cucchiaino, sistemare il ripieno sulla sfoglia, a distanze regolari. I ravioli sanfelesi sono belli grandi, per cui io metto una noce di ripieno e distanzio bene per creare lo spazio tra un raviolo e l’altro per sigillare.

Alla fine, spennellare con l’uovo tra una noce e l’altra e lungo il bordo, ripiegare la sfoglia a contenere il ripieno, ed eliminare l’aria. schiacciare bene e ritagliare con la rotella seghettata. assicurarsi che ogni raviolo sia ben sigillato, quindi trasferirli a uno a uno su un canovaccio infarinato di semola.

Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata. Il tempo di cottura dipende dallo spessore della pasta. Scolarli con una schiumarola ed adagiarli in una zuppiera o direttamente nei piatti. Condire con il sugo di pomodoro.