Pici al ragù di funghi (Bimby)

IMG_0936

Durante un recente viaggio in Toscana, siamo capitati in un ristorante di quelli frequentati principalmente da camionisti. Dalla mia esperienza, in posti come questi si mangia bene e si spende poco, perché i camionisti sanno scegliere e si passano parola. E infatti abbiamo mangiato un piatto di pici fatti in casa da fare invidia ai ristoranti più blasonati. La cuoca, una signora gentilissima, mi ha addirittura spiegato come fare i pici, e oggi li ho proposti come piatto della domenica. Il segreto della forma dei pici, di cui ero molto curiosa, è il tritacarne! Così ne ho acquistato uno apposta. In effetti sono abbastanza semplici da fare. Ecco come ho fatto (dosi per 4 persone):

Ingredienti per la pasta

  • 200 g di farina tipo 0
  • 150 g di farina di semola + altra per infarinare i pici per evitare che si attacchino
  • 160 g di acqua fresca
  • mezzo cucchiaino di sale

Ingredienti per il ragù di funghi

  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai d’olio evo
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 500 g di funghi champignon freschi
  • 1 bicchiere di salsa di pomodoro
  • sale q.b.
  • pepe, peperoncino a piacere.

Mettere nel boccale del Bimby la farina 0, la farina di semola, l’acqua e il sale e impastare per 2 minuti in modalità spiga. Versare l’impasto in un recipiente e impastarlo un po’ con le mani, formare una pallina e metterla a riposare nella pellicola per mezz’ora.

Lavare il boccale del Bimby. Mettere lo spicchio d’aglio e l’olio e lasciar insaporire per 3 minuti a 90° vel. 1 antiorario.

Mondare e lavare i funghi. Tagliarli a fettine sottili su un tagliere. Aggiungerli nel boccale. Sminuzzare il prezzemolo sul tagliere ed aggiungerlo ai funghi. Salare e lasciare cuocere 10 min / 100° / vel. 0.5 antiorario. Aggiungere la salsa di pomodoro e 1 bicchiere d’acqua e lasciar cuocere il sugo per 30 min / 100° / vel. 0.5 antiorario, con il cestello sopra al coperchio per evitare schizzi. A fine cottura rimuovere lo spicchio d’aglio.

Preparare un vassoio o la leccarda del forno con della carta oleata spargendo della farina di semola.

Scaldare abbondante acqua per la pasta.

Preparare i pici inserendo la pasta nel tritacarne e tirandoli leggermente all’uscita per evitare che si ammassino. Tagliare con un coltello ben affilato alla lunghezza desiderata e adagiarli sul vassoio dopo averli separati uno a uno. Cospargerli abbondantemente di farina di semola per evitare che si attacchino.

IMG_0932

Quando l’acqua bolle, salare e mettere a cuocere i pici, avendo cura di scuoterli leggermente per rimuovere l’eccesso di semola. La cottura richiede 8 – 10 minuti (assaggiare). Infine, scolare e condire col ragù.

Nota: ripulire il tritacarne dai residui di pasta puo essere fastidioso. Consiglio di macinare a fine ciclo della mollica. Inoltre, potete pensare di fare dei pici in abbondanza e congelarli. Basta metterli a congelare su un vassoio di plastica dove sono stati sistemati, su carta oleata e farina di semola, protetti da un sacchetto di plastica o pellicola. Una volta irrigiditi, si puo rimuovere il vassoio e sistemarli in un sacchetto.

Annunci

Pasta e ricotta

Ecco un piatto adatto, come mi fa notare mio fratello, agli studenti universitari, economica e di semplice realizzazione. Non avevo intenzione di pubblicare questa ricetta perche` mi sembrava troppo semplice e banale. Ma lui mi ha fatto notare che magari alcuni studenti universitari l’avrebbero gradita.. allora eccola!

Ingredienti per 2 persone

  • 200 g di ricotta;
  • 180 g di pasta;
  • 2 mestoli di salsa di pomodoro;
  • 1 fettina di cipolla;
  • menta;
  • noce moscata;
  • sale;
  • pepe (opzionale);
  • peperoncino (opzionale);
  • olio EVO.

Preparare il sugo di pomodoro: tritare la cipolla, metterla in una padella con un giro d’olio, lasciarla dorare a fuoco basso, aggiungere la salsa e qualche cucchiaio di acqua, e lasciar cuocere per mezz’ora a fuoco basso, coperto, girando di tanto in tanto e aggiungendo qualche cucchiaio di acqua all’occorrenza.

Intanto preparare la pasta, secondo i tempi di cottura indicati sulla confezione.

Nel frattempo, in un piatto mettere la ricotta, schiacciarla con la forchetta e aggiungere sale, noce moscata e menta (il pepe e il peperoncino si possono aggiungere in questa fase o, meglio, sul piatto, secondo i gusti dei commensali). Lavorarla con la forchetta. Quando il sugo e` cotto, aggiungerlo alla ricotta e mescolare con la forchetta. Condire la pasta con questa salsa.

 

Variante

La stessa salsa puo` essere usata per farcire i conchiglioni, che vanno precotti, farciti e rosolati in forno, aggiungendo sugo di pomodoro (sotto per non farli attaccare, e sopra).